Eagle 360: la ruota, reinventata!

Good Year ha presentato al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra un concept di pneumatico per i futuri veicoli a guida automatica: Eagle 360.

La caratteristica che colpisce di più di questo concept rivoluzionario è il fatto di essere totalmente sferico: la connessione col resto dell’auto avviene tramite levitazione magnetica, che sospende l’auto sopra le ruote senza bisogno di ammortizzatori, garantendo un maggior comfort di viaggio.

Ma non si tratta dell’unica peculiarità sorprendente: la struttura del battistrada infatti è ispirata dalla biomimetica e presenta dei solchi di un materiale spugnoso in grado di ammorbidirsi e ritrarsi come le spugne naturali ed aumentare la profondità del solco stesso sul bagnato per evitare l’aquaplaning mentre sull’asciutto la gomma si indurisce per fornire una performance maggiore.

Un altro aspetto che distingue queste ruote è il sistema di sensori di cui sono equipaggiate: questo fornisce al sistema di guida automatica tutte le informazioni necessarie ad adeguare la velocità alle condizioni dell’asfalto e allo stato di usura e queste informazioni possono essere trasmesse anche ai veicoli che seguono per prepararli ad affrontare eventuali imprevisti. Inoltre il controllo di guida attivo comanda il movimento indipendente delle ruote, in modo da effettuare delle correzioni per correggere i problemi di aderenza, facendole ruotare lungo assi differenti da quello di direzione. Questo garantisce anche la possibilità di effettuare degli spostamenti laterali, per effettuare sorpassi o evitare gli ostacoli, che permettono all’abitacolo di restare parallelo alla strada garantendo un maggior comfort ai passeggeri che vengono meno esposti alle sollecitazioni inerziali.

Infine le ruote che possono girare in qualsiasi direzione permettono di accedere alle aree di sosta spostando il veicolo lateralmente permettendo il parcheggio in spazi molto ristretti.

In termini di produzione, grazie alle possibilità di personalizzazione offerte dai sistemi di stampa 3D il battistrada della gomma verrebbe costruito adattandone la struttura sulla base del luogo dove il pneumatico verrà utilizzato (quindi in base al clima della regione) e alle abitudini di guida del conducente (km annui, autostrada, fuoristrada, ecc.).

Non c’è che dire, si tratta per il momento di qualcosa più vicino alla fantascienza che alla realtà, ma la visione della casa produttrice di pneumatici è chiara: le automobili del futuro saranno sempre più smart fino al diventare totalmente automatiche e l’aumento del livello di sicurezza dovrà passare anche per una rivoluzione nel campo dei pneumatici, l’unico punto di contatto tra l’auto e la strada.

Vi lasciamo a questo stupendo video dimostrativo che illustra tutte le caratteristiche che abbiamo citato.

Commenti

commenti

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi