Elon Musk vuole lanciare 4000 satelliti per fornire l’accesso ad Internet dallo spazio

Elon Musk sta cercando l’approvazione del governo statunitense per iniziare un periodo di test per un progetto di trasmissione di Internet da 4000 satelliti orbitanti attorno alla Terra. Il fondatore di SpaceX afferma di voler trasmettere i segnali di Internet ad alta velocità verso tutti gli angoli del mondo.

Il piano trasformerebbe SpaceX da un’azienda basata solamente su razzi e volo spaziale in un Internet provider per competere con Comcast, Verizon e le altre compagnie di telecomunicazione in un mercato globale valutato più di 2100 miliardi di dollari annui. Il piano di Musk prevede di inviare il suo razzo Falcon 9 nello spazio e di dispiegare  una flotta di satelliti attorno al pianeta.

Il progetto era già stato reso noto all’inizio dell’anno, ma solo ora è stato dichiarato che SpaceX ha effettuato una richiesta formale di permesso alla Commissione federale per le comunicazioni statunitense (FCC) per iniziare i test l’anno prossimo. Musk vuole scoprire se l’attuale antenna dei suoi satelliti è sufficientemente potente per rispedire i segnali verso la Terra.

Non è la prima volta che un miliardario delle dot-com cerca di cimentarsi con dei satelliti per Internet e probabilmente non sarà nemmeno l’ultima. Negli anni ‘90 un’azienda fondata da Bill Gates aspirava a realizzare qualcosa di simile, ma quando la spirale dei costi salì oltre controllo il progetto collassò. Anche il gigante di internet Facebook ha cestinato i piani per un satellite da 500 milioni di dollari per diffondere Internet verso gli angoli più remoti del globo.

Tuttavia Musk è abbastanza confidente di riuscire ad ottenerne 4000 di funzionanti. Afferma che l’utilizzo di tante piccole macchine allo stesso tempo economiche ed efficienti permetterà di superare i problemi dell’affidarsi a satelliti più grandi che sono molto più difficili da rimpiazzare se qualcosa va storto. E producendoli alla SpaceX spera di contenerne i costi e di risolvere i problemi di fornitura.

Al di là della grandezza del suo progetto e anche se la FCC gli garantisse il permesso per cominciare i test, i problemi logistici relativi all’invio di Internet ad alta velocità attraverso il mondo potrebbero facilmente far naufragare il tutto. Musk stesso ha già ammesso che ottenere il permesso di operare nei vari paesi del mondo potrebbe essere “difficile, se non impossibile”.

Articolo originale: iflscience.com

Commenti

commenti

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Mirko Caccaro ha detto:

    Interessante, speriamo ci riesca! Per come sta andando oggi la tecnologia internet è sempre più al centro di tutto, e la mancanza a volte può essere veramente un problema, anche se sei in vacanza!

Rispondi