Elon Musk: l’Intelligenza Artificiale potrebbe scatenare attacchi su Internet

Elon Musk, amministratore delegato di Tesla e SpaceX, in uno scambio di tweet ha affermato che lo sviluppo dell’intelligenza artificiale potrebbe rappresentare un grosso rischio per Internet e che è solo questione di tempo perché avvenga un attacco massivo ad opera di AI all’infrastruttura della rete.

L’intervento di Musk su Twitter arriva dopo l’attacco DDOS (Distributed Denial of Service) dello scorso 21 ottobre, che ha messo in ginocchio centinaia di siti tra cui Netflix, PayPal, Spotify e Twitter per ore intere.

Gli attacchi DDOS utilizzano delle “botnet” cioè dei network di computer infettati precedentemente e dormienti, in grado di essere attivati al fine di mandare un numero elevatissimo di richieste contemporanee ad uno stesso sito intasandolo e rendendolo inutilizzabile. L’attacco DDOS dello scorso mese ha colpito Dyn, un DNS (Domain Name Server) che mantiene l’elenco delle associazioni tra indirizzi IP e nomi di dominio, ed è necessario nella rete affinché i siti possano essere raggiungibili.

La maggior parte delle autorità della cybersecurity ritengono che alle spalle di questi attacchi agiscano gruppi di hacker umani, tuttavia Musk crede che in futuro dovremo preoccuparci di invasori basati sull’intelligenza artificiale in grado di creare il caos online.

musk-tweet

Nel proprio tweet Musk ha condiviso un articolo del The Economist riguardante gli attacchi DDOS e il pericolo delle armi virtuali su Internet. Più le AI diventano avanzate più sarà facile che gli hacker possano utilizzarle per ottimizzare gli attacchi. Musk afferma che l’infrastruttura di Internet sia particolarmente suscettibile ad un metodo chiamato “gradient descent algorithm, un processo matematico di problem-solving. La cattiva notizia è che le AI sono eccellenti nell’effettuare le discese del gradiente, che possono diventare devastanti armi digitali.

La cybersecurity sta rinforzandosi utilizzando l’AI anche come contromisura, ma se entrambi gli schieramenti dovessero utilizzare delle AI avanzate si potrebbe arrivare a vaste guerre online.

L’intelligenza artificiale sta diventando onnipresente nelle nostre vite. Ha permesso di sviluppare applicazioni nell’ambito della medicina, trasporti, computing e persino nell’intrattenimento digitale. Anche la Casa Bianca è arrivata al punto di dichiarare che l’AI garantirà un futuro migliore per tutti. Questa potente tecnologia, può essere considerata tuttavia come un grosso bastone, in grado di aiutare come di ferire. Sembra che il futuro dell’AI sia quello di diventare sempre più diffusa e potente, ma è compito degli scienziati e degli utenti comuni mantenere  l’accelerazione della sua crescita in un percorso limitato al miglioramento delle nostre vite.

Commenti

commenti

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi