Scoperto un nuovo oggetto, forse una super-Terra, nel nostro sistema solare

Analizzando i dati provenienti dall’Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) gli astronomi hanno trovato un oggetto lontano in direzione di Alpha Centauri. Sembrerebbe trovarsi nella parte esterna del Sistema Solare e, a seconda della distanza, potrebbe trattarsi di una “super-Terra”.

ALMA è in grado di effettuare osservazioni precise sulle lunghezze d’onda delle microonde, tipicamente emesse da polveri e gas freddi. Ma anche gli oggetti al limite del Sistema Solare emettono onde elettromagnetiche in questa zona dello spettro e sono troppo freddi e lontani per essere osservati dai telescopi ad infrarossi.

Nel 2014 ALMA ha trovato un debole oggetto nella direzione di Alpha Centauri A e B. L’oggetto è stato di nuovo osservato nel Maggio del 2015 e questa volta più chiaramente. Dato che si trova entro pochi arcosecondi dal sistema di Alpha Centauri, sembrerebbe ragionevole presumere che sia parte di quel sistema, gravitazionalmente legato come un ipotetico Alpha Centauri D. Il sistema di Centauri si trova a circa 4 anni luce da noi e a quella distanza (data la luminosità dell’oggetto sull’ordine di onde submillimetriche) dovrebbe trattarsi di una nana rossa. Ma una stella di questo tipo dovrebbe essere chiaramente visibile all’infrarosso, perciò se quest’oggetto è un Alpha Centauri D dovremmo averlo individuato già da tempo.

Dato che non sembra essere parte del sistema di Alpha Centauri deve essere più vicino e conseguentemente più piccolo. Con appena un paio di osservazioni non è possibile determinare l’orbita dell’oggetto, perciò è solo possibile indovinare la sua distanza e dimensione. Una possibilità è che si tratti di un oggetto trans-Nettuniano estremo a circa 100 Unità Astronomiche dal sole, che è molto più lontano di Sedna, che si trova a 86 UA. Questo lo renderebbe l’oggetto conosciuto più distante del Sistema Solare ma quindi più piccolo di Plutone.

Un’altra possibilità (preferita dagli scopritori dell’oggetto) è che si trovi a 300 UA di distanza e che sia grande circa una volta e mezzo la Terra, rendendolo la prima “super-Terra” trovata nel nostro Sistema Solare Le osservazioni degli oggetti trans-Nettuniani hanno condotto ad alcune speculazioni sul fatto che esistano un paio di super-Terra nascoste nel Sistema Solare esterno, quindi non è impossibile.

In ogni caso ci sono motivi per essere cauti con quest’idea, per la sua posizione. Alpha Centauri si trova a circa 42 gradi dall’eclittica. Gli oggetti più grandi del sistema solare si trovano a pochi gradi di distanza dalla stessa e anche l’orbita di Sedna è inclinata di soli 12 gradi da essa.
Le probabilità di una super-Terra con un’orbita così  inclinata sono poche.

Una terza possibilità è che si tratti di una fredda nana bruna a 20.000 UA. Un oggetto di questo tipo dovrebbe però essere comunque visibile all’infrarosso quindi torna la domanda sul perché non sia stato individuato precedentemente. La sua vicinanza ad Alpha Centauri dovrebbe averlo reso facile da trovare.

L’unico modo per saperne di più è quello di continuare con le osservazioni. Sia tracciando il suo movimento che raccogliendo osservazioni su altre lunghezze d’onda dovrebbe essere possibile determinarne la distanza e la dimensione. Sia che si tratti di un pianeta nano, di una super-Terra o di una piccola stella, è comunque evidente che qualcosa ci stia aspettando nel Sistema Solare esterno.

Commenti

commenti

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi