Blockchain presto utilizzata dalle compagnie aeree

blockchain

Air France KLM potrebbe presto adottare la tecnologia blockchain

La tecnologia blockchain, ai più nota per essere adottata per la generazione delle criptovalute come Bitcoin, presenta delle caratteristiche di tracciabilità, sicurezza e integrazione, che la rendono particolarmente idonea all’impiego in una serie di svariati campi informatici.

Per le compagnie aeree il capitolo manutenzione gioca una parte molto importante nel bilancio. L’attività di gestione dei pezzi di ricambio a disposizione e montati sui velivoli è una componente essenziale del loro business per mantenere gli aeroplani sicuri.

E’ questo il motivo per cui la compagnia Air France KLM ha deciso di migliorare la gestione informatica di questi componenti per mantenere i velivoli in perfetta forma adottando la tecnologia blockchain.

In un webinar tenuto insieme a Microsoft e a Ramco Aviation, fornitrice di sistemi software per la manutenzione, riparazione e revisione (MRO), Air France KLM ha parlato dei benefici che comporterebbe l’affidarsi alla tecnologia blockchain.

James Kornberg, direttore della business unit per l’innovazione della compagnia, ha affermato di essere al lavoro con il proprio team per realizzare un piano economico per l’adozione di blockchain nel miglioramento dei processi e dei workflow di manutenzione.

“I casi d’uso devono essere realistici” ha affermato “le  quattro caratteristiche di blockchain sono resilienza, tracciabilità, integrazione e disintermediazione e si adattano ottimamente alle esigenze delle forniture per l’aviazione.

Blockchain è la tecnologia innovativa che alimenta le criptovalute, ma non è usata solo per le transazioni finanziarie. Questa specie di libro mastro digitalizzato ha già trovato impiego per la registrazione di dati medici, per la gestione di reti elettriche e viene considerata la base di una nuova Internet più evoluta e democratica. Ora sembra che anche l’industria aeronautica voglia entrarne a far parte.

Definitivamente blockchain sembra poter abilitare tutta una nuova classe di applicazioni. Funziona come un database che registra tutte le transazioni nella rete, che possono essere visualizzate e aggiornate da tutti i partecipanti. Tuttavia nessun partecipante può modificarne i contenuti a piacimento, perché la distribuzione dei pacchetti ne garantisce l’integrità grazie ad un sistema di algoritmi che ne tengono in equilibrio l’economia di interessi che vi ruota attorno.

Kornberg ha sottolineato che comunque i dati dell’industria aeronautica devono completare la transizione al digitale prima di poter usufruire dei vantaggi offerti da blockchain e il passaggio da analogico a digitale è quello di cui si stanno occupando attualmente.

La tecnologia ha la possibilità di allargarsi a tutta l’industria aeronautica e al mercato dei trasporti aerei, questo perché le sue caratteristiche si adattano benissimo a quelle dell’industria aerea, dato il modo in cui blockchain tratta i dati. Le compagnie aeree potranno utilizzarla anche per migliorare i sistemi di emissione dei biglietti grazie a degli smart-contracts, per gestire i punti fedeltà e per conservare in sicurezza i dati relativi ai passeggeri.

Non c’è che dire, blockchain sta diventando sempre più pervasiva in tutto il mondo digitale, dove grandi quantità di dati richiedano una gestione solida ed accurata. Per questo c’è da aspettarsi che il mercato delle criptovalute, nonostante le affermazioni che minacciano una nuova bolla economica, sia destinato a crescere ancora.

Non è un caso che anche per Ethereum il prossimo 17 ottobre sia previsto un nuovo hard fork, che permetterà l’introduzione di nuovi algoritmi legati alla sicurezza che potrebbero sancirne l’adozione definitiva da parte delle maggiori compagnie per tutte le loro operazioni, con conseguente decollo delle quotazioni.

Commenti

commenti

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi