Scoperto un nuovo tipo di fuoco blu vorticante

Il fuoco ha da sempre affascinato l’Uomo, fin dai tempi dell’età della pietra, quando imparò a domarlo e controllarlo. Ed ancora oggi il fascino di una fiamma accesa per molti è irresistibile.

All’Università del Maryland un gruppo di studiosi ha descritto una forma di fuoco mai osservata prima in uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences. E’ stato chiamato il “vortice blu” ed ha una fiamma che splende quasi completamente di blu e gira vorticosamente su di una superficie d’acqua.

Elaine Oran, professoressa di ingegneria presso il Glenn L. Martin Institute e coautrice della pubblicazione a spiegato: “Il vortice blu si evolve a partire da vortici di tradizionale fuoco giallo. Il giallo è dovuto all’irradiazione di particelle di fuliggine, che si formano quando non c’è abbastanza ossigeno per bruciare il combustibile completamente. Il blu nel vortice indica che c’è abbastanza ossigeno per completare la combustione, indice dell’assenza di fuliggine e quindi di una combustione più pulita.

Non si tratta di un vortice solo bello da vedere. Innanzitutto può essere utilizzato per ulteriori studi sui vortici e sulla rottura dei vortici stessi nella meccanica dei fluidi. Poi i ricercatori credono che possano esserci delle applicazioni al di fuori del laboratorio, dato che le sue proprietà provvedono una fiamma stabile, pulita, efficiente e facile da da produrre che potrebbe essere utilizzata per eliminare per esempio delle fuoriuscite di petrolio.

“I vortici di fuoco sono più efficienti di altre forme di combustione perché producono un aumento di calore drastico sulla superficie dei combustibili, permettendo loro di bruciare più in fretta e completamente”, ha spiegato Michael Gollner, assistente professore di ingegneria della protezione antincendio e coautore del documento, in un’affermazione. “Nei nostri esperimenti sull’acqua abbiamo osservato come la circolazione generata dai vortici di fuoco aiuti anche ad attirare i combustibili. Se possiamo conseguire uno stato simile ad un vortice blu su una larga scala potremmo ridurre ulteriormente le emissioni nell’atmosfera per un sistema di eliminazione delle fuoriuscite di petrolio più pulito.

I ricercatori non sono totalmente sicuri di quale sia il meccanismo per cui si forma il vortice blu. Nonostante questo stono ancora molto entusiasti della loro dimostrazione di combustione ad alta efficienza e a basse emissioni.

Commenti

commenti

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi